Tra la pubblicità di un prodotto e il consiglio di un amico, di cosa ti fidi di più?

Cosa è, come stimolarlo, i vantaggi

Il passaparola è lo strumento di marketing più incredibile che ci sia: i conoscenti diretti vengono considerati molto più attendibili rispetto alla pubblicità proposta in tv o nel web per esempio.

Quando siamo in procinto di acquistare un prodotto o un servizio, infatti, la prima cosa che facciamo è informarci: per valutare l’attendibilità delle nozioni che abbiamo raccolto è sufficiente identificare chi ce le ha fornite e attraverso quale canale.

Gli obiettivi del marketing del passaparola.

Uno degli obiettivi principali di aziende e professionisti è quello di fidelizzare i clienti e renderli, possibilmente, brand ambassador del proprio brand, ovvero clienti più che soddisfatti del nostro servizio/prodotto che decidono di aiutare concretamente, di loro spontanea volontà, la crescita del brand. Come? Tramite il referral marketing, ossia il passaparola ad amici e conoscenti e recensendo online ciò di cui hanno usufruito.

Per stimolare ciò, dunque, è necessario costruire un rapporto privilegiato con i clienti migliori, attraverso una strategia comunicativa di importante riguardo nei loro confronti, volta a creare un rapporto percepito dal cliente come unico ed esclusivo. Offrire un benefit (come sconti speciali o accessi a servizi in anteprima) in cambio di recensioni e passaparola, utilizzando l’email marketing per esempio. Non solo è una modalità economica ed alla portata di tutti noi per raggiungere la nostra cerchia di utenti, ma contribuirà a farli sentire importanti e in una posizione privilegiata ed esclusiva rispetto agli altri.

È importante ricordare che per far si che la nostra strategia sia davvero efficace, il tono della comunicazione non deve essere “implorante”, ma, contrariamente, deve lasciare intendere all’utente che per te è una presenza importante ed unica: solo così si creerà un rapporto di vantaggio reciproco.

Infondo, non esiste pubblicità migliore di quella di un cliente pienamente soddisfatto!

I vantaggi del marketing del passaparola.

Tra i vantaggi del marketing del passaparola, dobbiamo indubbiamente riconoscere la possibilità di far parlare del proprio brand ad un maggior numero di persone, il successo a lungo termine e la misurabilità di questo strumento. Se la tua attività riesce a riscuotere a pieno questi tre vantaggi, allora hai imboccato la strada giusta!

Far parlare del tuo brand.

Il primo vantaggio del marketing del passaparola è sicuramente quello di far parlare di sé e in maniera positiva, possibilmente.

Se sei un libero professionista o un’azienda ti sarà molto utile che le persone esprimano la propria soddisfazione relativamente ad un tuo servizio/prodotto online ed offline. Ciò contribuirà ad aumentare la tua visibilità e la cerchia di persone potenzialmente interessate.

Successo a lungo termine.

Desideri contraddistinguerti ed emergere dalla massa? Bene, il marketing del passaparola serve anche a questo e l’aiuto dei clienti è fondamentale, se non indispensabile.

Il referral marketing, infatti, aiuta le realtà a distinguersi e valorizzarsi sul mercato, mettendole in contatto con prospect profilati. Questo contribuisce inevitabilmente nel tempo ad un aumento della clientela ed alla sua fidelizzazione.

Misurabilità.

È molto difficile misurare correttamente gli effetti di una campagna pubblicitaria di passaparola, seppur possa costituire un incremento degli affari. In aiuto, possono venire le piattaforme refer-a-friend, che consentono di testare le campagne pubblicitarie per migliorarne le prestazioni: è possibile vedere quanti nuovi clienti ci hanno raggiunto grazie al passaparola di amici e conoscenti e, allo stesso tempo, capire da cosa sono stati attratti.

L’opinione di un amico conta più di una costosa campagna pubblicitaria.

L’espressione del passaparola nel web si traduce con il concetto di reputation: recensioni e commenti postati da utenti di cui, nella maggior parte dei casi, ne possiamo visualizzare dati personali come nome e cognome (o in alternativa un nickname), foto profilo e storico attività online, contribuisce a dare al nostro brand e servizio maggiore credibilità agli occhi degli utenti.

Se consideriamo che un cliente soddisfatto parla bene della propria esperienza a 3 persone su 10 e contrariamente un acquirente scontento parla male del servizio al doppio delle persone, è fondamentale per un professionista/azienda incrementare la propria reputation online.

Come far parlare di sé.

L’elemento base dello sviluppo del marketing del passaparola è sicuramente l’esperienza di un utente, positiva o negativa che sia. Se dopo l’utilizzo di un prodotto/servizio l’utente ne sarà soddisfatto, probabilmente si rivolgerà a noi una seconda volta, ma non solo, c’è la grossa probabilità che ne parli bene.

Dopo aver reso positiva l’esperienza del cliente, quindi, devi continuare a coltivarla, cercando di trasferirla anche online, per darle massimo risalto. Ecco qualche spunto!

  • Benefit: molto spesso risulta utile rendere speciale il rapporto con il cliente e questo è possibile farlo attraverso newsletter che invoglino l’utente a continuare ad usufruire del nostro servizio (per esempio, “Porta un amico ed avrai subito il 10% di sconto!”, oppure “Hai tanti amici? L’offerta si prolungherà per ogni amico portato!”);
  • Survey/Richiedere recensioni libere: è buona cosa richiedere al cliente di lasciare un commento (sul nostro sito, per esempio) circa la sua soddisfazione del prodotto/servizio da noi acquistato o utilizzato;
  • Segnalazione di utenti amici potenzialmente interessati: chiedi ai tuoi clienti soddisfatti di inoltrarti nuovi contatti amici per poter allargare la tua rete di utenti.

Entra nella community!

Iscriviti al gruppo Facebook di Freelance Hub e presentati! Per te tanti aggiornamenti gratuiti, dirette live con i nostri coach, webinar e la possibilità di interagire con gli altri membri della community per scambiarsi esperienze, trovare nuove collaborazioni, partner e clienti.
VOGLIO PARTECIPARE!